Presentazione del corso di aggiornamento di gennaio a Loppiano

La XXXIX settimana di aggiornamento e formazione a Loppiano
Formare l’uomo
Un nuovo appuntamento per continuare a riflettere sul tema dei nostri Orientamenti pastorali

Per affrontare il cambiamento
Sembra perfino scontato ricordarlo, ma se c’è un’esperienza che può venirci in aiuto per il nostro vivere nel bel mezzo di un “cambiamento d’epoca” – come l’ha definito papa Francesco – è proprio quella di dedicare tempo ed energie alla dimensione educativa. Solo chi vive in un continuo processo di formazione, chi si lascia educare dalla storia e dalle tante svolte che l’hanno segnata, chi non teme di confrontarsi con le questioni di fondo della vita e con le domande anche contraddittorie che ne emergono: in una parola, solo chi sperimenta su sé stesso che crescere significa cambiare e che la perfezione – se mai la si possa raggiungere – è frutto di un’infinita serie di cambiamenti, può sperare di potersi avventurare in quest’epoca inedita che ci è dato di vivere.

Ecco perché il tema di riflessione che la nostra comunità diocesana ha scelto per questo anno pastorale costituisce un punto cruciale per il no-stro cammino di Chiesa: educarci a saper educare, infatti, come specifica il sottotitolo dei nostri Orientamenti pastorali, presuppone che, prima di educare, noi prendiamo atto della necessità di educarci. E di non smettere mai di farlo, proprio perché siamo immersi in questo processo di trasfor-mazione davvero vorticoso e spesso spiazzante.

 Tornare a scuola

E, dunque, torniamo tutti, e nemmeno tanto idealmente, a lasciarci formare e approfittiamo della nuova, preziosa opportunità che ci viene of-ferta proprio all’inizio del nuovo anno, con l’appuntamento della XXXIX settimana di aggiornamento e formazione, dal 7 all’11 gennaio, presso l’Auditorium di Loppiano, realizzata in collaborazione con l’Istituto Uni-versitario Sophia, grazie al quale possiamo garantire, ancora una volta, che il corso sia valido a tutti gli effetti per l’aggiornamento dei nostri insegnanti. Un’occasione speciale, nella quale il tema dell’anno pastorale verrà ulte-riormente approfondito e sviluppato grazie ad alcuni contributi specifici e ad aperture verso prospettive che riguardano da vicino la vita delle nostre comunità cristiane e anche delle agenzie formative del nostro territorio.
Inizieremo, come ormai è consuetudine, con una parola biblica, bussando a quella ricchissima tradizione sapienziale con l’aiuto di uno dei massimi esperti del tema, don Luca Mazzinghi, docente presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma: secondo la Scrittura, in effetti, la porta per entrare in contatto con la sapienza che Dio intende da sempre comunicarci è proprio l’umiltà, la consapevolezza, cioè, della nostra limitatezza e povertà. Una presa di coscienza sulla quale abbiamo probabilmente molto da lavorare.

Orizzonti dell’educare

Dire educazione significa dire anche orizzonti inediti e riguardo ai quali la nostra riflessione è ancora ampiamente in cammino. Fra questi spiccano senza dubbio i temi della diversità e dell’interculturalità, emersi all’attenzione negli ultimi anni e ai quali si è pensato di dare spazio rispetti-vamente negli appuntamenti del martedì mattina e del giovedì sera, con la presenza di alcuni docenti di Sophia: si tratta di sfide che, se apparentemente sembrano spaventare, possono trasformarsi in singolari opportunità di crescita e di ulteriore esperienza conoscitiva.
Non meno significativa, in questo senso, la seconda mattinata, in cui ci verrà presentata una originale esperienza realizzata nella diocesi di Massa Carrara-Pontremoli relativamente all’insegnamento della religione e alla valorizzazione dell’arte cristiana di cui sono ricchissime le nostre chiese.

La scuola del futuro
La conclusione dei nostri lavori sarà poi affidata al contributo di un te-stimone di eccezione, lo scrittore e insegnante Eraldo Affinati, autore, in par-ticolare, di due preziosi libri sulla figura e l’opera di don Lorenzo Milani. Ed è proprio sulla scorta della straordinaria esperienza della Scuola di Barbiana che Affinati ci aiuterà a riflettere su quale possa essere, per noi, il sogno di un’altra scuola: una scuola che, come fu per don Milani, metta al centro la povertà, nel senso ampio e non meno drammatico di cui siamo oggi testimoni: mancanza di prospettive, di cultura, di parola e non soltanto di beni materiali, povertà, soprattutto, di senso della vita e di desiderio stesso di vita. Nella convinzione che solo il vino nuovo del Vangelo può davvero tornare ad alimentare il nostro cammino stanco e affaticato e aprirci all’orizzonte della gioia e del dono.

                                                                                                                                                   La Segreteria del Consiglio Presbiterale

Scarica il testo

Diocesi di Fiesole

P.tta della Cattedrale, 1
50014 Fiesole (FI)
tel e fax: (+39) 055 59242
C.F: 94004010487

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione

Per saperne di più vedi: INFO

Non mostrare più

Informazioni sui cookie

I Cookie sono porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell'erogazione del servizio .
Questo sito utilizza soltanto cookie tecnici, che hanno la funzione di permettere lo svolgimento di attività strettamente legate al suo funzionamento:
  • Cookie di navigazione, per mezzo dei quali si possono salvare le preferenze di navigazione e migliorare l'esperienza di navigazione dell'Utente;
  • Cookie analytics, che acquisiscono informazioni statistiche sulle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima;
  • Cookie di funzionalità, anche di terze parti come Google, Facebook, Twitter , Youtube, utilizzati per attivare specifiche funzionalità di questo spazio online e necessari ad erogare il servizio o migliorarlo.
Questi cookie non necessitano del preventivo consenso dell'Utente per essere installati ed utilizzati. In ogni caso l'Utente ha la possibilità di rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser.
Per altre informazioni vai alla pagina informazioni legali di questo sito.

Contatti

Curia: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Twitter: @DiocesiFiesole